Patch test : scoprire la causa della dermatite allergica da contatto

patch test scoprire causa dermatite allergica

Patch test: diagnosi dermatite allergica da contatto

I patch test rappresentano il test più adeguato a confermare la diagnosi di Dermatite allergica da contatto e a scoprire la causa scatenante. L’esame “simula” esattamente ciò che ha scatenato la dermatite. Infatti consiste nel mettere delle strisce con dei dischetti di cellulosa su un supporto di alluminio, su cui sono apposte piccole quantità di allergene. I test vengono applicati sulla parte alta della schiena per 48-72 ore ( avolte anche fino a 96 ore) .

Mediamente si applicano 20-30 sostanze. Dopo la rimozione si passa alla lettura del patch test e si interpreta il risultato per ogni singola sostanza.

Il paziente a cui sono stati applicati dei Patch test dovrà:

  • Evitare sforzi fisici eccessivi
  • Non fare bagni o docce
  • Non esporsi al sole
  • Non grattarsi
  • Evitare di sudare e di eseguire attività o movmenti che favoriscano il distacco dei cerotti
  • Avvisare il medico (anche prima dell’appuntamento stabilito per la lettura) se compaiono reazioni generalizzate
  • Non assumere antistaminici

    Quali sono gli apteni che causano più frequentemente una dermatite allergica da contatto?

    Sono conosciute circa 6000 allergeni, ma ne esiste un numero ristretto che statisticamente è responsabile della maggior parte dei casi . La scelta delle sostanze da testare è basta sia su una serie standard ( con gli allergeni più frequenti) aggiungendo, secondo un particolare sospetto o in base alla attività lavorativa, delle serie particolari.

I principali apteni :