Parabeni

parabeni-allergiaParabeni: allergia a cosmetici, creme e farmaci

INCI:  methylparaben, ethylparaben, butylparaben, propylparaben . Sono una miscela di 4 derivati dell’acido paraidrossibenzoico (metil-, etil-, propil-, e butil- parabene). Sostanze ad azione battericida e fungicida utilizzati per la loro attività
antiossidante ed antifermentativa. Sono tra i conservanti più utilizzati nei prodotti per uso locale. Sono presenti in molti cosmetici, creme per cure dermatologiche e bendaggi adesivi. Utilizzati anche nei detergenti per la casa, nei lucidi da scarpe, in shampoo e saponi. Si possono trovare anche in alcuni alimenti. Maggiore è il tempo di contatto con la pelle, maggiore è il rischio per i parabeni di indurre allergia. Hanno un potere sensibilizzante relativamente debole e sono causa di dermatite allergica da contatto soprattutto quando vengono utilizzati a lungo e sulla pelle già interessata da dermatite. Può succedere che pazienti che hanno reagito ai parabeni, presenti in medicamenti topici, ne tollerino la presenza in cosmetici applicati su cute sana.

Parabeni e allergia: attenzione ad alcuni alimenti

Possono essere presenti come conservanti in cibi a lunga conservazione, condimenti, concentrati di pomodoro, latticini, marmellate, gelatine, pesce conservato, salsiccia, carne e persino bibite quali limonate aranciate e succhi di frutta vari ecc. allergia-parabeni-conserveSi trovano anche in farmaci per uso locale (colliri, gocce per le orecchie ed il naso, dentifrici e persino in preparati ad uso parenterale). I parabeni possono dare allergia crociata con Balsamo del Perù e le sostanze del gruppo “para”. Chi ha realmente un’allergia ai parabeni dovrà evitare i cosmetici che contengono tali sostanze, sinonimi (metil paraidrossibenzoato, metil-etil-propil-parabeni o paraossibenzoico). Evitare anestetici locali che possono dare reazioni crociate. Attenzione ai schermi solari contenenti i parabeni.